Progetto di plesso 2021-2022

Scuola dell’infanzia Ponte Abbadesse 

A.S. 2021/2022

“Storie per crescere”

 

“Una storia che non conosci non è mai di seconda mano è come un viaggio

improvvisato a chilometraggio illimitato” S. Bersani 

  

“La NARRAZIONE rappresenta un momento pedagogico importante, perché fa riemergere il mondo interiore del bambino e lo aiuta a trovare significato alla vita” B. Bettelheim 

 

Premessa

Il nostro progetto di quest’anno intende utilizzare la narrazione per sviluppare percorsi progettuali specifici e originali, stimolanti sul piano cognitivo - linguistico e coinvolgenti sul piano affettivo-emotivo-relazionale. Saranno quindi percorsi finalizzati al benessere psicofisico del bambino e le proposte didattiche verranno pensate all’insegna della flessibilità, in modo che esse possano snodarsi nel rispetto dei tempi, dei ritmi, e degli interessi dei bambini. Offrire ai bambini l’opportunità di scoprire, attraverso la lettura, il libro come “oggetto misterioso” che diverte e fa delle “magie”. Il bambino scopre così che aprire un libro vuol dire aprire una finestra su altri mondi: quello della realtà e quello della fantasia, quello dei sogni e quello delle cose di ogni giorno. La lettura, inoltre, è una pratica sociale con una notevole potenzialità educativa. L’attenzione alla lettura si intende come modalità di interazione sociale, come sviluppo di una relazione con l’adulto, come acquisizione di competenze narrative. 


 

Linee metodologiche

Le storie ci accompagneranno per crescita personale di ogni bambino, seguendo percorsi legati alle diverse età. La lettura si svolgerà avendo cura di predisporre un ambiente e un’atmosfera atti a favorire la partecipazione emotiva dei bambini. Il circle time come metodo di ascolto, l’ambiente di lettura sarà non solo la sezione ma anche il giardino e gli altri spazi della scuola. Dopo ogni lettura seguirà un momento laboratoriale: i bambini insieme agli insegnanti proveranno con materiale di diverso tipo a rappresentare un’immagine, un oggetto, un’emozione della storia ascoltata e successivamente si potrà avviare una conversazione, un momento di rielaborazione e condivisione. I campi di esperienza; “Linguaggi, creatività, espressione” e “I discorsi e le parole” sono i grandi nuclei su cui lavoreremo. Il gioco rappresenterà lo strumento principale utilizzato per coinvolgere i bambini in attività piacevoli e divertenti, che stimoleranno in loro la curiosità e il piacere della scoperta delle storie. Giochi con parole e immagini, giochi di rime filastrocche e semplici poesie ci aiuteranno a ampliare il repertorio linguistico di ognuno. La drammatizzazione di alcune letture per aiutare i bambini che hanno più difficoltà a esprimersi verbalmente e per vivere con il corpo le sequenze della storia. 

  

  • Rappresentare creativamente le esperienze attraverso vari linguaggi espressivi (pittorico, manipolativo, drammatico, linguistico e corporeo);

  • affinare la capacità di ascolto;

  • adeguare il movimento corporeo al ritmo e all’intensità della musica;

  • interpretare brevi narrazioni attraverso diversi linguaggi (corpo, gesto, voce) e diverse tecniche espressive e manipolative (3,4,5 anni); 

  • raccontare con parole proprie le storie ascoltate (5 anni);

  • giocare in modo positivo con i compagni rispettando le regole condivise;

  • gestire in maniera efficace lo spazio-sezione e gli spazi esterni alla scuola rispettando i compagni e le regole condivise;

  • raccontare di sé ed esprimere le proprie emozioni attraverso il confronto con i protagonisti delle storie. 

 

 

Settembre 2021: accoglienza dei bambini nel giardino della scuola con momenti di gioco organizzato e libero: inizio inserimento bimbi di tre anni a piccoli gruppi per aiutarli a conoscere gli spazi della scuola e a costruire le prime relazioni con le insegnanti e i compagni.

Ottobre \ novembre: 14 ottobre “Festa d’Autunno” nel giardino della scuola suddivisi per sezioni di riferimento con una piccola merenda preparata dalla cucina con canti e filastrocche dedicate a questa stagione.

Uscite a piedi nei dintorni della scuola alla scoperta della natura che ci circonda; lettura di storie e giochi all’aperto.

Il 26 ottobre ci sarà il “lancio” del progetto didattico dell’anno in corso partendo dalla lettura della storia “Otto nel nido”.

“Festa dell’albero”: il 21 novembre in occasione di questa ricorrenza andremo nel parco della scuola per esporre i disegni fatti dai bambini che illustreranno quanto le piante sono importanti per il benessere di tutti gli esseri viventi.

Dicembre\gennaio: attività di manipolazione e creative per prepararci alla festa del Natale richiamando i valori universali (la pace, la solidarietà, l’amicizia l’attenzione verso gli altri); realizzazione di addobbi e piccoli doni per le famiglie.

Uscite nei dintorni della scuola; lettura di storie legate alla stagione invernale; raccolta e classificazione di materiale naturale. 

Febbraio: “Festa in maschera” con giochi e canti.

Passeggiata in maschera per le vie del quartiere.

Marzo\aprile: “Giornata della lettura”: presentazione ai bambini/e di un         libro, attività laboratoriale attinente alla storia ascoltata e momento conclusivo con la canzone della “giornata della lettura”; attività scaturite dall’ascolto di storie; attività manipolative e di costruzione sul tema pasquale; attività legate al progetto di plesso.

Maggio: attività conclusive relative al progetto di plesso; giochi d’acqua in giardino; festa di fine anno scolastico: canzone e pic-nic nel giardino della scuola / con i genitori se le condizioni legate alla pandemia lo consentono.

 


Valutazione 

Anche quest’anno ci prefiggiamo una valutazione che sia frutto di una serena azione di osservazione di processi, lettura di situazioni e di analisi di contesti che possano favorire o meno il manifestarsi di nuove competenze dei bambini. Così gli strumenti di osservazione che adotteremo saranno di carattere narrativo e descrittivo delle esperienze vissute e raccontate dagli stessi “protagonisti” e da prodotti ed elaborati realizzati durante tutto il percorso.

Questa procedura ci permetterà di avere una serie di informazioni concrete che con il tempo andrebbero perse. La valutazione, infatti, sarà fatta al termine di ogni percorso didattico, di ogni attività che vivremo insieme ai bambini.

 

 

Documentazione 

Per documentare il nostro progetto useremo disegni, cartelloni, fotografie… per rendere più comunicabile e per dar conto del percorso compiuto-vissuto dai bambini, ai genitori e all’organizzazione scolastica. I prodotti grafico-pittorici e le riproduzioni più significative delle esperienze dei bambini saranno ordinati, classificati e raccolti nel “librone” album personali. Verranno consegnati alle famiglie a fine anno come materiale di memoria importante per rendere i genitori consapevoli delle conquiste, dei cambiamenti e dei successi dei loro figli. Questo per dare a questi ultimi la possibilità di ripercorrere il viaggio concluso e trovare gratificazione nel constatare i progressi raggiunti.